Orchestra da camera fiorentina
Home NewsClassica Vietata l’esecuzione del “Requiem” di Mozart nella basilica di Santa Croce a Firenze

Vietata l’esecuzione del “Requiem” di Mozart nella basilica di Santa Croce a Firenze

by Redazione

In seguito alla richiesta di poter usufruire degli spazi della basilica di Santa Croce a Firenze per eseguire il Requiem di Mozart in occasione del concerto per celebrare il 5 dicembre il 228esimo anniversario della morte del compositore salisburghese, il priore padre Paolo Bocci ha dichiarato “Non voglio questa musica in basilica perché siamo in periodo dell’Avvento e di Quaresima francescana, non voglio Mozart in chiesa, non è adatto al clima natalizio”.

Le motivazioni risiederebbero nel fatto che Mozart fosse affiliato alla massoneria; in proposito lo stesso Riccardo Muti si era “rammaricato per questa scelta” spiegando in un’intervista al Corriere che “la massoneria all’epoca di Mozart aveva un altro significato, completamente diverso”  sostenendo anche che “Non condivido il rifiuto, tanto più che mancano più di venti giorni al Natale, il Requiem di Mozart non è collegabile a questo o quell’evento funebre, è una pagina universale della cultura che ti dà il senso della morte”.

Anzhe Ezio Bosso, ospitato nuovamente su La7 a Propaganda Live, ha difeso l’esecuzione del Requiem di Mozart.

In seguito alle polemiche, il concerto dell’Orchestra da Camera fiorentina diretta dal maestro Giuseppe Lanzetta, che come ogni anno il 5 dicembre celebra l’anniversario della morte del genio di Salisburgo, si terrà ugualmente nel Cenacolo e anche nella Cappella dei Pazzi e sotto le arcate dei monumentali chiostri, anche se non nella basilica.

 

Potrebbe interessarti

Comprare libri online, vendere libri online, marketplace libri online, community libri online, scambiare libri online, app libri online Corsi di formazione haccp Brindisi,corsi di formazione sab brindisi, corsi rls brindisi centro assistenza compressori, centro assistenza compressori kaeser, compressori ricondizionati, kaeser