Home Arte Ricomincio dai Libri, presentata la Nona edizione all’Archivio di Stato

Ricomincio dai Libri, presentata la Nona edizione all’Archivio di Stato

La città invisibile, il titolo scelto da Lorenzo Marone per ricordare Italo Calvino

by Elena Barbato

All’Archivio di Stato, nella splendida Sala dei Catasti è stato presentato, ieri, alla presenza del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi,  il programma “Ricomincio dai Libri”, la Fiera del Libro di Napoli, che si terrà dal 22 al 24 settembre.
La nona edizione della kermesse letteraria si svolgerà nella casa delle storie: l’Archivio di Stato di Napoli, nel cuore del centro storico della città. Lo spazio espositivo riempirà gli imponenti spazi dell’ Archivio, dal Chiostro dei Marmi, che accoglierà le case editrici, all’incantevole Chiostro del Platano, mentre le presentazioni verranno accolte dalla Sala Filangieri e dalla Sala dei Catasti.

Saranno due gli ingressi che portano agli spazi dedicati alla Fiera: piazzetta del Grande Archivio, 5 e Vico Monte della Pietà, accanto alla Facoltà di Sociologia della Federico II di Napoli, che sarà aperto ai cittadini per la prima volta in occasione dell’ evento.

 

“Siamo alla nona edizione e “Ricomincio dai Libri” è sicuramente una certezza nel panorama culturale della città” – dichiara la presidente di Ricomincio dai Libri, Deborah Divertito – “Siamo molto orgogliosi dei passi in avanti fatti in questi anni. Ciò a partire dalla collaborazione con l’Archivio di Stato di Napoli che diventerà la nostra casa e la casa di tutti coloro che verranno a trovarci. Quest’anno, ancor più degli scorsi, abbiamo un programma di altissimo livello che conferma che il nostro direttore Lorenzo Marone è uno dei fiori all’occhiello di una squadra compatta, competente e pronta ad ogni nuova sfida” conclude Divertito.

“La nostra “Casa delle Storie” rappresenta un polmone culturale per Napoli che sta dispiegando le proprie potenzialità  – afferma la Direttrice dell’Archivio di Stato di Napoli, Candida Carrino – proponendosi a un pubblico sempre più vasto e dagli interessi diversificati. “Ricomincio dai Libri” è in sintonia col nostro obiettivo di dare spazio alle storie, sia contenute nei faldoni archivistici, cronache di una concatenazione di secoli, sia frutto dell’immaginazione degli autori e delle analisi della saggistica. Il nostro obiettivo di aprirci a tutti e non solo a studiosi ed esperti si trova dunque realizzato anche in questa collaborazione.”

Una nona edizione ricchissima di ospiti provenienti da tutta Italia: Enrico Galiano (Garzanti), Rosella Postorino (Feltrinelli), Antonella Lattanzi (Einaudi), Daniele Mencarelli (Mondadori), Licia Troisi (Rizzoli), Paolo Di Paolo (Feltrinelli), Maurizio De Giovanni (Salani Editore), Viola Ardone (Einaudi), Matteo Strukul (Newton Compton Editori), Nando Dalla Chiesa (Bompiani) , Roberto Alajmo (Rizzoli), Marta Correggia (Vanda Edizioni), Nancy Porsia (Bompiani), Francesco Piccolo (Einaudi), Giuseppe Oddo e Andrea Greco (Feltrinelli), Piergiorgio Pulixi (Rizzoli), Gianni Solla (Einaudi), Monica Acito (Bompiani), Annalisa Angelone (Alessandro Polidoro Editore), Daniele Sanzone (Les Flâneurs Edizioni), Fuani Marino (Einaudi), Anna Trieste (Feltrinelli), Gabriella Genisi (Nero Rizzoli), Lorenza Gentile (Feltrinelli), Aurora Tamigio (Feltrinelli), Lavinia Petti (Mondadori), Francesco Pinto (HarperCollins), Matteo Bussola (Einaudi), Antonella Ossorio (Neri Pozza), Mariarosaria Selo (Rizzoli), Mirella Armiero (Solferino), Davide Urso (Solferino), Alessio Forgione (Solferino), Stefania Spanò (Garzanti), Piera Ventre (Neri Pozza e Marotta&Cafiero), Vincenza Alfano (Solferino), Manlio Castagna (Piemme), Nando Vitali (Castelvecchi), Andrea Vitali (Einaudi),  Francesca G. Marone (Les Flâneurs Edizioni), Cristina Cassar Scalia(Einaudi), Massimiliano Virgilio (Rizzoli), Patrizia Rinaldi (Nero Rizzoli).

Il tema di quest’anno, illustrato dall’artista napoletano Luca Carnevale, è la “La città invisibile”, un omaggio a Italo Calvino nel centenario della sua nascita. 

“A cento anni esatti dalla nascita di Italo Calvino celebriamo questa edizione 2023 di Ricomincio dai Libri prendendo spunto dalle sue riflessioni e dai suoi romanzi, perché le città sempre più rivestono un ruolo centrale nella nostra vita” – dichiara il direttore artistico della kermesse, Lorenzo Marone -.

“Oggi più di ieri – continua lo scrittore – occorre capire come muoversi nel disordine che le abita, e che abita le società, per essere meno differenti e più consapevoli”.

Si parte venerdì 22 settembre alle 11.30 in Sala dei Catasti con la presentazione Barriera (Piemme) di Manlio Castagna per arrivare alle 12.30 in Sala Filangieri con Enrico Galiano e il suo Geografia di un dolore perfetto (Garzanti). Alle 16 si riparte con L’uomo della posta (Castelvecchi) di Nando Vitali per poi seguire con Fame d’aria (Mondadori) di Daniele Mencarelli e ancora Cose che non si raccontano (Einaudi) di Antonella Lattanzi, Il re del gelato (Einaudi) di Cristina Cassar Scalia. Alle 19 sarà la volta di Patrizia Rinaldi e Guaio di notte (Nero Rizzoli) per concludere la giornata con Genitori cercasi (Einaudi) di Andrea Vitali e Romanzo senza umani (Feltrinelli) dello scrittore romano Paolo Di Paolo.  Sabato 23 – Dalla prima presentazione di Grande Meraviglia di Viola Ardone alla finalista del Premio Strega Rosella Postorino

Interverranno : Massimiliano Virgilio e Il tempo delle stelle (Rizzoli) e Annalisa Angelone e Diana Spencer, morte, mito e misteri (Alessandro Polidoro Editore), per poi seguire con Gli spettri della sera (Neri Pozza) di Piera Ventre per fare un tuffo nella Venezia del 1729 de Il ponte dei delitti di Venezia (Newton Compton Editori) di Matteo Strukul. Prima presentazione per Grande Meraviglia (Einaudi) di Viola Ardone. Chiude la mattinata La boffa allo Scecco (Rizzoli) di Roberto Alajmo. 

Alle 16 si riprende con Il mio nome è Aoise (Vanda Edizioni) di Marta Correggia e con Mal di Libia. I miei giorni sul fronte del Mediterraneo (Bompiani) di Nancy Porsia. Alle 17 sarà la volta de La guerra non torna di notte (Solferino) di Vincenza Alfano mentre alle 17.30 Francesco Piccolo parlerà del suo La bella confusione. L’anno di Fellini e Visconti (Einaudi). Nella seconda parte del pomeriggio ci saranno Piergiorgio Pulixi con Stella di mare (Rizzoli), la doppia presentazione con Gianni Solla e Monica Acito per concludere il pomeriggio con la finalista del Premio Strega Rosella Postorino e il suo Mi limitavo ad amare te (Feltrinelli) e in anteprima Daniele Sanzone con Madre dolore. La prima inchiesta dell’ispettore Del Gaudio (Les Flâneurs Edizioni).

Domenica 24  alle 11 con la presentazione di Fuani Marino e Vecchiaccia (Einaudi) per poi passare a “Napoli torna Campione!” con Anna Trieste. A seguire: alle 12.30 Licia Troisi con Astrofisica per ansiosi (Rizzoli), L’angelo di Castelforte (Nero Rizzoli) di Gabriella Genisi alle 13.

Alle 16 Le cose che ci salvano (Feltrinelli) di Lorenza Gentile e alle  16.30 a Il cognome delle donne (Feltrinelli) Aurora Tamigio, mentre alle 17 sarà la volta di  Lavinia Petti e Francesco Pinto che presenteranno i rispettivi Dove nascono le ombre (Mondadori) e Gli strani casi del club 22 (HarperCollins). Rush finale con  Un buon posto in cui fermarsi (Einaudi) di Matteo Bussola (ore 17.30) in sala Filangieri, alle 18 I bambini del maestrale (Neri Pozza) di Antonella Ossorio.  

Alle 18.30 Nando Dalla Chiesa presenterà La legalità è un sentimento. Manuale controcorrente di educazione civica (Bompiani).  A chiudere la nona edizione l’anteprima di Maurizio De Giovanni con Il canto del mare di Andrea Camilleri e Maurizio de Giovanni. Illustrazioni di Mariolina Camilleri. (Salani Editore).

Così ha dichiarato Lorenzo Marone :A cento anni esatti dalla nascita di Italo Calvino celebriamo questa edizione 2023 di Ricomincio dai libri prendendo spunto dalle sue riflessioni e dai suoi romanzi, perché le città sempre più rivestono un ruolo centrale nella nostra vita, e oggi più di ieri occorre capire come muoversi nel disordine che le abita, e che abita la società, per essere meno indifferenti e più consapevoli, per “cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.”

 

Potrebbe interessarti

Sito in wordpress con hosting! Live Performing Arts Palloncini