Home Arte Arte, musica, moda : contaminazione di linguaggi al Museo della Moda di Napoli

Arte, musica, moda : contaminazione di linguaggi al Museo della Moda di Napoli

Ritorna anche quest'anno la festa dei fiori nei giardini di palazzo Aldobrandini

by Elena Barbato

Grande successo per la festa dei fiori 2023  che  si è  tenuta presso  il Museo della Moda di Napoli, presieduto da Maria D’ Elia . Il giardino, il cortile e le sale di Palazzo Aldobrandini  hanno fatto da  cornice  ad  una serata di beneficenza   in favore del progetto onlus ” Pallonetto” presieduto da Donatella Dentice di Accadia.

donatella dentica d'accadia e enzo caponeI fiori, i suoi colori ed i suoi  profumi sono stati  il tema centrale della serata . Un grande allestimento artistico” Flower is life” ad opera dell’architetto Enzo Capone, è stato proiettato  sul muro  del cortile seicentesco, creando un  effetto visivo di rara bellezza. La scelta dei fiori e la successione proposta ha incantato  tutti coloro che erano presenti all’ evento. Ottimo l’arrangiamento musicale  di sottofondo che ha  accompagnato il video  sensoriale, ideato per creare nell’osservatore un percorso emozionale  in cui ogni fiore scaturisce  emozione e stupore .

 

 

Sono intervenuti Alfredo Guarino, Lello Antonelli-Presidente  della Confraternita dei  Sartori, Rosetta Galli, Alessandra Clemente, Guglielmina Bruni, Imma d’ Elia, Alessandro Franchi, Annamaria Truppo, Rosaria Morra, Maria Romano oltre ai giovani- artigiani della sartoria Antonelli  che hanno partecipato per conoscere  l’arte sartoriale napoletana  di cui il Museo della Moda, è testimone con i suoi abiti, i suoi accessori  e la sua storia. Il palazzo che appartenne alla Duchessa Elena Aldobrandini, moglie di Antonio Carafa principe di Stigliano e duca di Mondragone, fu dedicato al “Ritiro per Matrone Vergini e Oblate” e poi, successivamente,  alle donne della nobiltà decaduta ma anche giovani fanciulle   che si formavano presso  scuola di cucito e ricamo fondata  dalla Duchessa.

Dal 2023 con un protocollo d’intesa con la Regione Campania la struttura è  Polo della Moda della Regione Campania e Museo del tessile e dell’ abbigliamento. Oggi il Palazzo Aldobrandini è, anche,  un polo culturale in cui si fa arte, musica, ricerca sull’arte sartoriale, archivio storico della moda, performance di danza e di teatro, reading di libri, incontri “sul bel vestire”; insomma  l’ obiettivo di Maria D’Elia alle porte della pausa estiva sembra raggiunto.  Appuntamento a settembre,  un ricco programma di eventi  attende tutti coloro che amano l’ arte, la musica, il teatro e la moda.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbe interessarti

AudioLive FM - digital radio di musica e cultura ECG a domicilio Napoli Radio ufficiale del Maggio della Musica