Home SezioniEventi Tanti festeggiamenti per il Capodanno Cinese a Napoli 2020

Tanti festeggiamenti per il Capodanno Cinese a Napoli 2020

by Gloria Esposito

È stata una festa ricca di colori e danze tradizionali, quella che ha animato le due giornate di festeggiamenti per il Capodanno Cinese a Napoli 2020.

La manifestazione è cresciuta sia dal punto di vista dell’interesse che del calendario: la due giorni di celebrazioni del capodanno cinese – che quest’anno si è festeggiato il giorno 25 gennaio dando il battesimo all’anno del Topo, tradizionalmente in Cina animale scaltro e in grado di superare ogni avversità, propiziando la prosperità economica nel mondo – ha visto le piazze coinvolte affollate per la curiosità e la voglia di condividere con gioia la cultura cinese, accogliendo i riti e le tradizioni (come il famoso dragone cinese) e anche l’arte tipica della Cina.

Per quanto riguarda l’evento in Piazza del Gesù che si è tenuto il 24 gennaio in concomitanza con il countdown del capodanno con la Cina, si sono succedute colorate esibizioni che hanno fuso la tradizione cinese (con canti tipici) a tradizioni culturali italiane come la lirica; di grande significato e partecipazione, l’esecuzione dell’inno cinese e di quello italiano, per ricordare come culture tanto diverse possano continuare a conservare la propria identità pur nel rispetto reciproco, integrando e imparando ad ammirare  gli usi e costumi della comunità cinese.

L’evento organizzato dall’associazione “Ciao Cina”, oltre a divertire e a stupire grandi e piccini, ha anche riservato dei momenti di riflessione e di preghiera per quanto sta accadendo in patria, per l’ondata di “coronavirus” che sta mietendo vittime in Cina e che preoccupa il mondo: tre monaci buddisti, Shi Xian Dì, Shi Xian Deng e Shi Xian Gù hanno intonato una suggestiva preghiera in mandarino contro catastrofi, epidemie e virus, un raccoglimento intimo che ha portato un senso di comunità e vicinanza con l’altro.

“Attraverso il capodanno raccontiamo la nostra cultura per creare un’occasione di incontro tra le comunità” spiega Qin Jun, Presidente dell’associazione Ciao Cina, che si occupa da anni di integrazione e di diffusione dell’arte cinese di Italia.

Il giorno seguente, il 25 Gennaio, invece, tutti in piazza del Plebiscito per celebrare il primo giorno dell’anno del Topo con l’iniziativa organizzata e promossa dall’Istituto Confucio di Napoli, che si occupa della diffusione e della promozione della lingua e della cultura cinese, istituito nel 2007 dall’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” in collaborazione con la Shanghai International Studies University (SISU).

Tante persone si sono raccolte in circolo per osservare divertite l’esibizione della danza del Dragone e per partecipare ai workshop negli stand di “cultura cinese” allestiti in piazza con i laboratori di calligrafia, di dipinti cinesi, di carta ritagliata, di tradizionali nodi cinesi, di volo degli aquiloni, di detti e proverbi tradizionali per imparare e condividere la cultura cinese.

La mattinata, piena di sole e particolarmente godibile, è stata scandita da attività culturali cinesi e da esibizioni come il Taiji e lo wushu, la danza Kongzhu e quella dei bimbi della scuola Yong En.

Una festa ricca e colorata per un Capodanno cinese 2020 che è stato pieno di sorprese e di divertimento, con l’auspicio che quest’anno porti prosperità e ricchezza a tutti.

 

Photo credits: Klaus Bunker

 

CAPODANNO CINESE 24 E 25

Potrebbe interessarti

Consulenza software gestionale Napoli,software gestionali Napoli, software gestionali per ristoranti, sistemi cassa, casse automatiche Cucina Italiana Sito in wordpress con hosting!