corpo_ballo_San_carlo_
Home News Lo sciopero del corpo di ballo del San Carlo alla prima de “Il Lago dei Cigni”

Lo sciopero del corpo di ballo del San Carlo alla prima de “Il Lago dei Cigni”

by Redazione

E’ saltata la prima de “Il lago dei cigni” al Teatro San Carlo prevista per il 15 Giugno 2019 per la protesta del corpo di ballo.

Lo sciopero è servito a denunciare le precarie condizioni contrattuali in cui versano gli artisti; è da tempo infatti che lo stesso corpo di ballo ha evidenziato (senza successo al momento) l’“instabilità inaccettabile” delle proprie condizioni contrattuali: su sessanta professionisti SOLO quindici sono stabili.

“La Fondazione Teatro di San Carlo – si legge in una nota – insieme con tutte le altre Fondazioni Lirico Sinfoniche, ha più volte sottoposto con forza all’attenzione dei tavoli governativi e sindacali il problema dei contratti a termine, attualmente vincolati da norme assai restrittive. La riforma delle Fondazioni sarà all’ordine del giorno del Consiglio dei Ministri la prossima settimana, quasi certamente il 19 giugno”.

La sovrintendente del San Carlo Rosanna Purchia è salita sul palco per scusarsi con il pubblico e spiegare le ragioni dello sciopero purtroppo resosi inevitabile: “La problematica che ha spinto a questo sciopero non attiene solo al San Carlo e a Napoli ma è una problematica nazionale riferita al Decreto dignità, che vincola moltissimo l’utilizzo dei contratti a termine e non riguarda solo il Corpo di Ballo, ma è atteso anche da Orchestra e Coro” ha detto.

A seguire il post in cui il Corpo di Ballo rende note le ragioni profonde di quanto accaduto:

Post su FB ragioni sciopero Corpo di Ballo

Gli altri spettacoli si svolgeranno regolarmente.

Potrebbe interessarti

Consulenza software gestionale Napoli,software gestionali Napoli, software gestionali per ristoranti, sistemi cassa, casse automatiche Cucina Italiana Sito in wordpress con hosting!